APICS CPIM Certification, risultati ’23, e… buoni propositi!!

2023-12 – Il mio 2023 si è chiuso con un risultato prestigiosissimo, sfidante ma fortemente voluto: la certificazione APICS CPIM (Certified in Planning and Inventory Management), con uno score di 88.3%.

Questo obiettivo raggiunto arriva proprio in fine d’anno: è stato un 2023 pieno di soddisfazioni e traguardi, che apre a tanti propositi futuri che vi racconto di seguito.

 

Il mio percorso di formazione con Apics era iniziato subito, contestualmente alla scelta della libera professione, nel lontano 2016; e c’era, da allora, un sospeso, un filo interrotto, una storia che ci tenevo a chiudere. Mi riferisco alla certificazione APICS CPIM, Certified in Planning and Inventory Management, che all’epoca consisteva di due corsi e due esami distinti. Il primo costituiva una pre-certificazione a sé, la “Basics of Supply Chain Management”, ma altri studi e il l’incremento del business mi avevano poi sempre impedito di completare il percorso con la parte II.

Come scrivevo qui, ho deciso a inizio anno che il 2023 sarebbe stata l’annata giusta, e così è stato! La certificazione affronta temi fondamentali e di ampio respiro nel contesto del Supply Chain & Operations Management: Strategia SC e processo di “Sales & Operations Planning”, pianificazione di Demand e Supply e loro bilanciamento, MRP e scheduling di produzione, Purchasing e gestione fornitori, Distribution, Qualità e Continuous improvement, senza trascurare le nuove tecnologie. Mi ha quindi offerto la possibilità di rinfrescare e approfondire le mie conoscenze, e presentarmi alle aziende clienti con ulteriore bagaglio. E c’è un aspetto tanto simbolico quanto non trascurabile: era ormai qualche anno che il mio badge alle Annual Conference ASCM non si arricchiva di una targhetta (mi vedete qui a Chicago nel 2022, con il CEO di APICS), sarà una grande soddisfazione a settembre ad Austin renderlo più voluminoso e allungare la lista!!

Tutto questo è avvenuto mentre la mia attività, diversamente dagli anni dell’inizio, procedeva a pienissimo regime: è stato abbastanza impegnativo incastrare lo studio nei ritagli di tempo, le sere, i fine settimana. E’ giusto, di contro, sottolineare quanto le soddisfazioni siano state enormi: ho ricoperto un nuovo ruolo da Temporary Manager in una importante multinazionale, ho mantenuto l’affiancamento ad aziende con la consulenza direzionale e operativa, altre le ho accompagnate ad ottenere la ISO, ho svolto corsi di formazione. E’ stato nuovamente un anno record per effort e fatturato, in un trend che nel post-covid è in costante crescita, quindi well done!

Mi fermo, mi accontento? Assolutamente no!! L’anno alle porte si presenta già con grandiosi progetti all’orizzonte, nuove aziende e nuovi ruoli mi aspettano, e sono speranzoso e fiducioso di portare loro un contributo significativo. Per me certamente lo sarà in ogni caso, perchè ogni giorno è una occasione di crescita professionale e umana.

E, in cantiere, sommessamente ma senza mai perderlo di vista, il progetto di diventare istruttore APICS mi strizza l’occhiolino da tempo… che sia il momento di dare seguito all’ammiccamento? Stay tuned!!